A EUROPEAN LANGUAGES PROJECT

Gamificazione e valutazione

19. Ottobre 2016

(Team di Consulenti dell’Ufficio per l’Istruzione dell’Ambasciata Spagnola in Irlanda del Nord e Regno Unito)

Un elemento in particolare del curriculum preoccupa noi docenti, ed è quello della valutazione. Valutare significa non solo verificare le conoscenze degli alunni, ma anche le loro competenze, abilità, strategie e attitudini. Non è tanto il processo valutativo in generale a porre problemi, quanto le difficoltà nella scelta degli strumenti valutativi più appropriati per i bisogni e gli interessi sia dell’insegnante, sia degli alunni. Di certo non è semplice trovare uno strumento per le lingue straniere che misuri il livello di conoscenze degli studenti, ma che allo stesso tempo sia motivante e coinvolgente per loro.

Attualmente la dimensione ludica costituisce un elemento essenziale nel processo di apprendimento delle lingue straniere e i docenti ne tengono conto nella progettazione della loro didattica. Consapevoli di ciò, non vengono considerati solo i giochi che possono essere fatti fisicamente in classe con gli alunni, ma entrano nello schema anche giochi per computer su piattaforme digitali. Il successo dei giochi nella didattica deriva dalla loro capacità di coniugare la versatilità per l’insegnante con la motivazione e l’interesse che riescono a suscitare negli studenti. L’uso di giochi, elementi ludici o di principi tipici dei giochi nella didattica è chiamato gamificazione.

Con gamificazione non si intende esclusivamente l’utilizzo di giochi in aula, ma anche l’insieme di modifiche che vengono apportate all’interno della classe per poter giocare. Questo nuovo approccio nella didattica delle lingue straniere fa sì che il laboratorio informatico si sposti all’interno dell’aula, cambiandone l’assetto. Attraverso i giochi per computer, gli studenti hanno la possibilità di familiarizzare con le nuove tecnologie all’interno del processo di apprendimento. Tuttavia, i docenti solitamente utilizzano questi strumenti in classe come parte delle risorse per acquisire conoscenze ed abilità, ma non per la valutazione.

Viene spontaneo chiedersi allora cosa potrebbe succedere se un gioco potesse verificare il livello delle competenze nelle lingue straniere, basandosi su standard educativi internazionali. È possibile pensare che tale strumento sia anche solo immaginabile, per non dire sviluppabile e utilizzabile?

La risposta a questa domanda è THE LANGUAGE MAGICIAN, un test della durata di 40 minuti che valuta la conoscenza delle lingue straniere degli alunni delle scuole primarie, verificando tre abilità: lettura, scrittura e ascolto. Questo strumento si presenta come un gioco multi-piattaforma nel quale i bambini dovranno scegliere il proprio avatar e impersonare un piccolo apprendista mago che dovrà liberare degli animali rapiti da uno stregone malvagio. Durante i 40 minuti del test, gli alunni saranno alle prese con un gioco emozionante e coinvolgente; risolvendo le attività linguistiche proposte potranno salvare gli animali e salire verso la cima della torre oscura, piano dopo piano, fino a raggiungere lo scenario finale. Mentre i bambini giocano, la piattaforma analizza oltre 100 item. L’esito finale mostra chiaramente all’insegnante le competenze acquisite dai propri alunni nella lingua straniera testata e i risultati sono immediatamente disponibili, senza bisogno di correggere.

Tale strumento di verifica rispecchia esattamente il potenziale della gamificazione in classe, ponendosi come metodo innovativo di supporto ai docenti in una delle aree più delicate della didattica, rendendo allo stesso tempo divertente il processo valutativo. In questa nuova prospettiva è possibile pensare che un giorno non troppo lontano l’aiuto dei giochi per computer diventerà una componente imprescindibile nella valutazione.

Lascia un commento

Partners

Goethe-Institut
Uni Stra Perugia
Uni Reading
Uni Leipzig
Gobierno La Rioja Educacion
CEP Norte
ALL
Westminster

Associate Partner

Logo: Italian Consulate General in London

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

We use cookies to personalise content and to analyse our traffic with Google Analytics.

Close