A EUROPEAN LANGUAGES PROJECT

THE LANGUAGE MAGICIAN Enorme successo per la conferenza internazionale sull’apprendimento delle lingue straniere nelle scuole primarie

29. Marzo 2017

Il 26 e 27 gennaio 2017 si è tenuta la conferenza internazionale THE LANGUAGE MAGICIAN at Work – Evaluating Foreign Language Competence at Primary Level, organizzata dai partner dell’Università di Lipsia sotto la direzione del prof. Dr. Norbert Schlüter nel quadro del progetto di ricerca europeo THE LANGUAGE MAGICIAN. Il convegno, che ha registrato oltre cento iscrizioni, ha raccolto insegnanti e formatori appartenenti alla vasta area dell’apprendimento linguistico nelle scuole primarie, provenienti da diversi paesi europei, come Spagna, Italia, Regno Unito, Polonia, Germania e Austria.

Capitanato dal Goethe-Institut di Londra, THE LANGUAGE MAGICIAN è un progetto Erasmus + che coinvolge dieci partner europei e ha come scopo principale lo sviluppo di un gioco online per la valutazione delle lingue straniere nelle scuole primarie. Gli alunni potranno così mettersi in gioco e mostrare le proprie competenze nella lingua straniera di studio, in particolare per quanto riguarda le abilità di ascolto, lettura e scrittura. L’unico partner tedesco del progetto è l’Università di Lipsia, rappresentata dal prof. Schlüter del dipartimento di Didattica della Lingua Inglese e da Josefine Klein del dipartimento di Scienze dell’Educazione.

“Siamo orgogliosi di poter presentare al pubblico del nostro convegno i primi risultati della sperimentazione del gioco online THE LANGUAGE MAGICIAN. Il gioco permette di verificare, giocando, la competenza linguistica dei bambini dopo che questi abbiano già ricevuto all’incirca 100 ore di insegnamento nella lingua straniera di studio”, con queste parole il prof. Schlüter ha aperto la conferenza di Lipsia. Il passo successivo del team consisterà nell’integrare un secondo livello più avanzato nel gioco entro la fine di agosto 2018, il quale si rivolgerà quindi ad apprendenti con circa 200 ore di lezione della lingua straniera alle spalle. I risultati ottenuti dalla prima fase di ricerca hanno mostrato come sia possibile raccogliere informazioni sulle tre abilità testate dal gioco attraverso le attività proposte agli apprendenti. Grazie alla presenza dell’intero team del progetto, durante il convegno sono stati presentati i risultati della fase di sperimentazione nei quattro paesi coinvolti: Spagna, Italia, Regno Unito e Germania. All’interno del gioco è possibile selezionare una fra cinque lingue straniere (inglese, tedesco, spagnolo, italiano e francese) per testarne l’apprendimento. “Il gioco permette al docente di mettere a confronto la propria classe con i risultati degli altri utenti a livello nazionale e interazionale. Ripetendo il test a distanza di tempo sarà poi possibile valutare il progresso degli alunni nell’apprendimento, senza dover ricorrere a test scritti e correzioni”, afferma il Prof. Schlüter.

Al fine di creare un ambiente valutativo privo di ansia e allo stesso tempo motivante per l’apprendente, le attività linguistiche del gioco sono inserite in una trama avvincente e adatta alla fascia di età alla quale il gioco si rivolge. Un malvagio stregone di nome Winivil ha intrappolato gli animali di una fattoria nella sua torre, trasformandoli in battiporta con un potente incantesimo. Il giocatore, impersonando lui stesso un piccolo mago, potrà salvare gli animali svolgendo le attività linguistiche proposte nei vari livelli del gioco. Alla fine, il bambino arriverà in cima alla torre e sconfiggerà così lo stregone Winivil. Il gioco è supportato da tablet e computer e sarà disponibile gratuitamente a tutti i docenti di lingua straniera in Europa a partire da agosto 2018, al termine del progetto.

www.thelanguagemagician.com

Prof. Dr. Norbert W. Schlüter (Didattica della lingua Inglese, Dipartimento di Anglistica)

Lascia un commento

Partners

Goethe-Institut
Uni Stra Perugia
Uni Reading
Uni Leipzig
Gobierno La Rioja Educacion
CEP Norte
ALL
Westminster

Associate Partner

Logo: Italian Consulate General in London

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

We use cookies to personalise content and to analyse our traffic with Google Analytics.

Close